Capita spesso di voler collegare il PC alla TV, e per molteplici ragioni: per esempio per vedere meglio un video da YouTube, o per riprodurre un film, vedere delle foto insieme a molte persone, o semplicemente per sopperire alla scarsa potenza audio del computer. Insomma, collegare PC e TV è spesso molto utile, ma non altrettanto semplice. Possedendo infatti sia un computer che una televisione di ultima generazione, o comunque abbastanza recenti (non più le TV con schermo a tubo catodico, per intenderci), collegare i due dispositivi sarà molto semplice, basterà un cavo HDMI. Le cose si complicano quando abbiamo a che fare, infatti, con TV e PC più datati, perché sono diverse le porte presenti.

I cavi per collegare PC e TV sono vari e tra loro diversi, anche se, non avendoci avuto mai a che fare, può verificarsi qualche dubbio sulla connettività dei propri dispositivi, su quale cavo servirebbe dunque per collegarli, che sembianze possa avere lo stesso, e via discorrendo. Vediamo quindi nella gallery i cavi o i relativi ingressi di quelli che sono i 5 tipi di cavi più utilizzati comunemente per trasmettere da computer a televisione.

I mode per collegare PC e TV tramite cavo sono 5, vediamoli uno per uno secondo l’ordine della fotogallery:

  • Cavi RCA: 3 terminali con 3 colori annessi, giallo per il video, rosso e bianco per l’audio stereo. Quasi tutti i TV ne sono dotati, e anche quasi tutti i computer desktop. Non si trovano molto di frequente nei notebook.
  • Cavo HDMI: il metodo attualmente più semplice, veloce, e performante. Basta connettere il cavo al computer o al notebook (quasi tutti i portatili recenti lo supportano) e si otterranno audio e video del computer sul TV, ed in alta qualità.
  • Cavo S-Video: cavo abbastanza datato, che però troveremo molto utile per collegare computer e TV datati anche utilizzando adattatori per Scart che si trovano in commercio a prezzi molto accessibili. Gestisce solo il flusso video, per cui sarà necessario utilizzarlo associandolo ad un jack audio tradizionale da collegare separatamente a PC e TV.
  • Cavo VGA: il classico cavo utilizzato per collegare PC e monitor, o stampanti. Non proprio il massimo della comodità, con una porta anche ingombrante, ma si tratta di una connessione supportata da quasi tutti i computer e da gran parte delle televisioni più recenti. Anche in questo caso l’audio non è trasmesso, per cui dovremo utilizzare un cavo audio secondario.
  • Cavo DVI: come il precedente VGA, la Digital Visual Interface è un’interfaccia utilizzata per la trasmissione del segnale video, molto comune il supporto da parte di PC e TV. Da segnalare la presenza in commercio di adattatori da DVI ad HDMI.

Visti i diversi cavi che permettono di collegare PC e TV passiamo alla pratica. Il primo passo da compiere è quello di osservare attentamente gli ingressi e le uscite sia del proprio computer che del proprio televisore. Se troviamo due ingressi compatibili dovremo dotarci del cavo adatto, in caso contrario non basterà il cavo, ma verrà aggiunto anche un eventuale adattatore per lo spinotto. Una volta che abbiamo collegato il PC e la TV fisicamente, dovremo accendere quest’ultima e selezionare il particolare input dalle impostazioni, (es. HDMI o AV), e subito dopo dovremmo poter avere accesso al desktop sul monitor della TV.

Ora, la risoluzione potrebbe mostrare immagini estremamente sgranate e grandi o con buona qualità ma piccole: per risolvere questo problema, aggiustate la risoluzione dello schermo a vostro piacimento dalle impostazioni del vostro computer. Per fermare la trasmissione dal PC al televisore è sufficiente staccare i cavi che collegano i dispositivi, e tutto tornerà esclusivamente sul PC.