Big Data e Cloud Computing. Sono loro i protagonisti del nuovo progetto promosso da Microsoft Italia e Università di Pisa, “Cloud OS Immersion”un centro di competenza, nonchè laboratorio, dedicato a tutti coloro che ogni giorno devono fronteggiare i repentini cambiamenti in ambito tecnologico. Un progetto che nasce sulla base di altre due importanti esperienze come “Private Cloud Immersion” e “Transform the Datacenter Immersion”, messe in pista da Microsoft negli scorsi mesi con l’obiettivo di promuovere l’innovazione tra le aziende italiane, aiutandole ad acquisire consapevolezza dei vantaggi offerti dalle soluzioni di Private Cloud e dalla modernizzazione dei Datacenter.

Studenti, ricercatori universitari, aziende e operatori di canale trovano ora un luogo dove poter incontrarsi e porre ad esperti del settore i propri quesiti, scambiare opinioni e chiarirsi vicendevolmente le idee su tematiche quali IT management e automation, virtualizzazione, cloud privato, pubblico e ibrido, applicazioni mobile e social, big data, open data e analytics, e in generale “IT as a Service”.

Cloud Os Immersion si propone, all’interno della didattica universitaria, come un’ottima opportunità di formazione per i professionisti del domani; non a caso, il progetto trova il pieno consenso del Prof. Antonio Cisternino, dell’IT Center dell’Università di Pisa che dichiara: “In un momento così difficile per l’Italia le tecnologie dell’informazione possono contribuire a dare uno slancio all’economia del Paese, e l’Università può dare il suo contributo, affiancando alla formazione di solide basi concettuali, occasioni per approfondire gli aspetti tecnologici ed industriali, offrendo percorsi più completi e luoghi di incontro tra studenti, professori, industria locale e nazionale”.

Ma il laboratorio Cloud Os Immersion nasce anche come punto di incontro per le aziende partner di Microsoft, sempre pronte a creare nuovi business attraverso progetti innovativi che sperimentino le ultime trovate in ambito tecnologico. Luca Venturelli, Direttore della Divisione Server & Cloud di Microsoft Italia, infatti, afferma: “Siamo entusiasti di dar vita a un centro di competenza che intende fare dell’approccio esperienziale il proprio punto di forza, poiché siamo convinti che sia questo ciò di cui il Paese ha bisogno: far toccare con mano le opportunità offerte dal Cloud Computing e dalle nuove tecnologie per promuovere l’innovazione a tutti i livelli, all’interno della filiera ICT, nel mondo delle aziende e tra i giovani”.