Alla fine dell’anno tutte le aziende provano a tirare le somme e se hanno usato un prodotto di punta per far breccia su un mercato, cercano di valutarne la penetrazione effettiva. Soddisfatto della valuazione il browser di Google. Google tira le somme, come fanno anche le altre aziende e in modo molto tranquillo, esulta per i risultati raggiunti dal suo browser: Chrome. La analisi diffuse relative ai software usati nella navigazione, dimostra che Internet Explorer continua a perdere terreno mentre accelera l’avanzata di Chrome.

La versione numero 16 del popolare browser di Google sembra essere la più popolare ma per raggiungere la fetta di mercato che attualmente appartiene al colosso di Redmond, ci vuole ancora del tempo. Il browser di Microsoft, infatti, possiede ancora il 51,9 per cento del mercato.

L’anno scorso era fermo sulla soglia del 59 per cento, ha perso 7 punti percentuali in un solo anno di navigazione. Nel primo trimestre del 2012, potrebbe addirittura arrivare a quota 50. Vale a dire che “soltanto” un computer su due usera IE.

La lotta per il secondo posto in classifica però è molto acerba. Il superamento di Chrome ai danni di Firefox non è stato ancora certificato ma è molto vicino. Entro febbraio Firefox dovrebbe raggiungere quota 20%.