Chrome 50 è finalmente stato rilasciato pubblicamente da Google sia per PC Windows che per computer Mac e Linux. Trattasi di uno step evolutivo molto importante perchè il browser di Google guadagna molte interessanti novità come le notifiche push ed il preload di alcuni elementi delle pagine. Nello specifico, in Chrome 50, le nuove notifiche push permetteranno agli sviluppatori di ridurre le richieste ai server alleggerendo, così, l’intero processo a tutto vantaggio della velocità. Aspetto utile soprattutto per tutti gli utenti che dispongono di connessioni lente. Le notifiche, adesso, sono stato crittografate e potranno essere maggiormente personalizzate.

Il preload degli elementi delle pagine dovrebbe consentire una migliore velocità di navigazione. Adesso, gli sviluppatori potranno di inserire del codice in una pagina che permetterà al browser di capire quali elementi della pagina dovranno essere caricati prima degli altri. Questa tecnica definita come “preload dichiarativo” dovrebbe, dunque, rendere più rapida l’apertura di una pagina internet. All’interno di Chrome 50 spiccano, poi, moltissimi miglioramenti atti ad ottimizzare le prestazioni complessive del browser ed ad eliminare molti bug. Presenti, anche, numerose patch di sicurezza atte a rendere più sicuro il browser di Google.

Infine, con il browser Chrome 50, Google termina il supporto ai sistemi operativi Windows XP, Windows Vista, OS X 10.6 Snow Leopard, OS X 10.7 Lion e OS X 10.8 Mountain Lion. Come già annunciato lo scorso novembre, questi sistemi operativi oramai vetusti non potranno più godere delle novità della piattaforma di navigazione di Google.