Asus, il 4 dicembre al CES 2017 di Las Vegas, ha in programma un evento in cui annuncerà un po’ di novità tra cui un nuovo smartphone compatibile con la tecnologia Tango di Google. Tuttavia, Asus è stato anticipata da Qualcomm che ha svelato in anticipo una buona parte delle caratteristiche dello smartphone ZenFone AR. L’uso del termine “AR” fa già chiaramente intuire che trattasi di un dispositivo per la realtà aumentata e precisamente per l’utilizzo abbinato della tecnologia Tango di Google. Trattasi del secondo dispositivo dopo il Lenovo Phab 2 Pro a disporre di questa particolare piattaforma tecnologica.

Rispetto al modello di Lenovo, però, l’Asus ZenFone AR dispone di specifiche tecniche molto superiori potendo contare, infatti, sul processore Qualcomm Snapdragn 821. Grazie all’integrazione del più potente processore di Qualcomm, l’Asus ZenFone AR potrà gestire senza grossi problemi la pensanti elaborazioni dei dati richiesti dalla piattaforma Tango. Grazie, inoltre, alla GPU Adreno 530, l’Asus ZenFone AR è in grado di creare layer 3D da sovrapporre alle immagini reali di estrema qualità.

Asus ZenFone AR è anche compatibile con Google Daydream. Ovviamente, per conoscere le esatte specifiche di questo dispositivo bisognerà attendere la sua presentazione ufficiale ma quanto anticipato da Qualcomm fa già intuire che trattasi di un prodotto estremamente interessante.

Si ricorda, infine, che questa innovativa tecnologia Tango sviluppata da Big G consente di utilizzare lo smartphone per interagire con l’ambiente circostante sfruttando la realtà aumentata. Un prodotto, dunque, adatto sia per divertirsi che per lavorare.