I videogame oltre ad avere un aspetto ludico imprescindibile, sono spesso anche argomento di studio. Ricerche anche molto serie ed utili, partono dalla considerazione di quel che un game è in grado di esprimere. Un bando che andiamo ad illustrare ha premiato le tesi dedicate al mondo dei videogiochi. 

Chi si è laureato in scienze dell’informazione, oppure chi per ragioni umanistiche e sociologiche ha approfondito la conoscenza dei videogiochi nel suo percorso universitario, ha la possibilità di partecipare ad un bando per tesi di laurea dedicate per l’appunto ai videogiochi.

Il bando 2012, scaduto il 15 aprile, è stato fatto dalla cattedra di Semiotica dei Nuovi Media del corso di laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bologna. Il “concorso” è già alla seconda edizione e premia le migliori tesi di laurea che hanno come argomento principale il videogioco.

Dei game deve esser proposta una prospettiva storica, mediologica, oppure educativa e sociale, economica o estetica. Insomma c’è da sbizzarrirsi. Gli studenti che possono partecipare devono essere laureati in Lettere e Filosofia, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Lingue e letterature straniere, Scienze della Formazione, Sociologia, Scienze della Comunicazione, Ingegneria, Scienze dell’Informazione, Economia e Commercio, Scienze Statistiche, Architettura, Conservazione dei Beni Culturali o in altre università analoghe.

Per conoscere i dettagli e le scadenze della prossima edizione e per conoscere i risultati si può contattare l’Università di Bologna.