In America esiste un’associazione che tutela le media company e fa anche gli interessi delle major cinematografiche. Questa associazione ha giurato guerra alla pirateria informatica con un provvedimento molto duro che potrebbe fare strada ad una serie di restrizioni su web.

Cosa è successo in questi giorni negli States? La Recording Industry Association of America, ha siglato un accord con le aziende che forniscono l’accesso ad internet per porre un freno al download di materiali coperti dal diritto d’autore.

Si sono accordati per mettere in pratica una volta per tutte, una proposta che ormai compie tre anni. In pratica l’accordo quadro prevede che chi fornisce l’accesso ad internet, individui gli utenti che scambiano illegalmente film, musica e altri documenti con copyright.

Per questi pirati, non ci saranno rimborsi da pagare o multe salate per evitare il ripetersi del reato. La pena prevista per chi infrange le nuove regole, va dritto al cuore: viene negato l’accesso ad internet.

È chiaro che la legge prevede degli avvertimenti progressivi. I pirati colti in fragranza di reato, saranno ammoniti fino ad un massimo di sei volte. Gli avvertimenti cominceranno via e-mail, comporteranno prima una riduzione della banda, poi però arriveranno al blocco totale della connessione.