Chi si occupa di editoria, costruisce siti internet, o ha bisogno di popolare i contenuti online con qualche fotografia, a meno che non abbia un database di immagini a disposizione, deve carpire i segreti dalla rete. Attenzione però, perché quello che Google trova non è sempre free. Ecco come superare il problema. 

E’ veramente una questione di look e gusto quella delle immagini da inserire in un sito internet. Fatto sta che molti, un po’ per ignoranza e molto spesso per pigrizia, si affidano ai soliti motori di ricerca per trovare le foto o i disegni indicizzati con la parola chiave cercata.

E se le immagini non possono essere riutilizzate da chiunque? I cacciatori di foto potrebbero passare anche guai seri. Per superare il problema è disponibile in forma gratuita la versione base di CCFinder, un programma che consente di cercare nel web le foto “libere”.

Alcune funzionalità avanzate del programma, si possono sfruttare e vedere soltanto dopo aver pagato un piccolo contributo, ma anche senza questa tassa, il programma funziona correttamente ed è efficace. Una volta scaricato ed istallato CCFinder, per cui non esiste ancora la versione italiana, dovete fare la registrazione gratuita.

Dopodiché potete scegliere nel Settings dove scaricare le foto e procedere nella ricerca delle foto che si possono usare citando la fonte, senza alcun vincolo o dietro il consenso espresso dall’autore.