Il catalogo Ikea 2014 dimostra come la tecnologia permetta di creare immagini estremamente realistiche, al punto tale da sostituire i prodotti reali. A partire dal 2006, Ikea ha effettuato la transizione dalle classiche fotografie in studio verso i rendering digitali. Oggi, circa il 75% delle immagini presenti sul catalogo non è reale, bensì sono completamente create tramite strumenti di computer grafica.

Nelle aziende spesso si parla di passaggio da analogico a digitale. In Ikea, già nel lontano 2004, era stato pensato di realizzare il primo catalogo dotato di immagini create al computer. I primi “esperimenti” convinsero il team a posticipare al 2006 l’anno del debutto della prima immagine, la sedia “Bertil”.

La domanda che sorge spontanea è: perchè passare dalla fotografia tradizionale alla computer grafica. I motivi sono di varia natura, ma tra i più importanti troviamo un processo produttivo più snello, meno costoso e più veloce. Con la fotografia tradizionale, infatti, era necessario creare prototipi dei mobili, in varie parti del mondo, e spedirle presso una determinata location per le fotografie. Tutto doveva essere puntuale al punto tale da diventare un’impresa sul fronte logistico e non solo.

La transizione, quindi, è stato un processo naturale e che ha portato a creare immagini al computer che diano un senso di realtà e ambiente abitato. Le conoscenze acquisite da Ikea, quindi, sono state trasferite nel mondo 3D. Nel catalogo Ikea 2014 circa il 75% delle immagini è prodotto al computer, con oltre 25 mila modelli ad estrema risoluzione. Il rendering, infatti, avviene ad una risoluzione di 4K x 4K, in modo tale da poter essere stampate ad alta risoluzione e poter essere riutilizzati negli anni successivi. Sul fronte software vengono utilizzati 3DStudio Max e V-Ray per ottenere effetti estremamente realistici, che richiedono enormi sforzi da parte di tutto il team. Sarà interessante, infine, vedere cosa ci riserva il futuro e se il catalogo Ikea 2015 verrà completamente generato al computer e consegnato, solamente, in formato digitale.