Apple ha deciso di entrare a gamba testa nel mercato delle auto. Carplay, il nuovo software dell’azienda di Cupertino, debutterà nei prossimi mesi su alcune auto partner di Apple. Sostanzialmente, Carplay è un sistema che consente di utilizzare Siri ottenendo feedback direttamente dal display posto sul cruscotto dell’auto.

Grazie a Carplay sarà possibile chiedere indicazioni per la strada, farsi guidare tramite Apple Maps, fare chiamate, inviare e ricevere messaggi, controllare la musica e tante altre cose già possibili con Siri, senza staccare le mani dal volante.

L’utente potrà continuare a usare gli strumenti già presenti nelle auto, come la rotellina o i bottoni che abbiamo visto anche nel nuovo sistema SYNC 2 di Ford, presentato al Mobile World Congress la scorsa settimana.

Carplay è il naturale sbocco del progetto Apple Maps. Il sistema è in grado infatti di “predire” dove vorremo andare sulla base del nostro calendario, integrandosi con le nostre mail, messaggi e contatti per leggere gli indirizzi presenti. Basterà quindi dire andiamo a casa di Mario Rossi per attivare il sistema di guida turn-by-turn integrato in mappe. Se vi è rimasto qualche dubbio circa la validità di questo software dopo il flop che portò alla cacciata di Richard Williamson, vi consiglio di dare un’occhiata al recente confronto di PC Mag fra Apple Maps, Google Maps e Waze.

Il sistema di Apple integrerà anche una serie di utili app, a partire da Podcasts di Apple, passando per Beats Radio, iHeartRadio, Stitcher e finendo con Spotify.

Le prime auto a connettersi a iOS saranno Ferrari, Honda, Hyundai, Jaguar, Mercedes-Benz e Volvo. Successivamente potremo vedere Carplay a bordo di BMW, Chevrolet, Ford, Kia, Land Rover, Mitsubishi, Nissan, Opel, Peugeot Citroen, Subaru, Suzuki e Toyota. Niente Fiat, ma, come dire, c’era anche da aspettarselo no? Per saperne di più potete andare sul sito di Carplay.