VR One è il nome scelto da Carl Zeiss per un nuovo paio d’occhiali da 99€ che compete con Gear VR e Oculus Rift sulla realtà virtuale. Compatibili con gli smartphone tra i 4.7″ e i 5.2″ saranno distribuiti prima di Natale a chi effettuerà subito il pre-ordine: il prezzo europeo è in un rapporto di uno a uno col dollaro. Chi può acquistarli e come funzionano? Il nuovo gadget sarà subito compatibile con iPhone 6 di Apple e Galaxy S4 di Samsung, ma la lista dei device è destinata ad allungarsi sulla base dei feedback degli utenti.

Proprio come i Gear VR, i VR One di Carl Zeiss non funzionano da sé: occorre inserire uno smartphone con iOS o Android nella scocca perché gli occhiali trasformino l’esperienza-utente in realtà virtuale. Un sondaggio fra i dispositivi che potrebbero essere supportati include il Lumia 930 che Microsoft ha presentato alla MWC 2014 di Barcellona – e che monta le ottiche della stessa azienda tedesca – ma gli sviluppatori non possono ancora sviluppare delle app per Windows Phone. Il SDK supporta i sistemi operativi di Apple e Google.

A chi sono rivolti i VR One? Anziché strizzare l’occhio ai videogiocatori, Carl Zeiss ha preferito puntare sui giornalisti: le prime due app ufficiali servono per consultare le notizie e per la realtà aumentata — arricchendo il mondo fisico d’informazioni interattive. Curioso che siano esclusi i phablet da cinque pollici come iPhone 6 Plus e Galaxy Note 4, troppo grandi per essere montati sugli occhiali, perché il nuovo standard dei produttori parrebbe orientarsi su quelle dimensioni. Il gadget avrà successo o sarà una meteora?

foto ufficio stampa