Quando partecipi a tour fotografici o a Instameet come quello che si terrà il prossimo weekend, ti sarai sicuramente accorto che la batteria dello smartphone non dura mai abbastanza. Il problema si risolve velocemente acquistando un caricabatterie portatile come per esempio gli Anker della serie Astro E che arrivano fino a 15.000 mAh (cioè vuol dire che sono in grado di ricaricare fino a 9 volte un iPhone 5/5S).

Ma anche i caricabatterie esterni vanno a loro volta ricaricati. L’ideale sarebbe avere un caricabatterie solare… che funzioni sul serio però.

Ho testato il caricabatterie Anker 14W Solar Charger 59,99 € su Amazon e devo ammettere che è riuscito a farmi cambiare idea sulla pessima reputazione che negli anni si erano fatti i mini pannelli solari portatili. Presente quelle soluzioni ibride con batterie e pannellino fotovoltaico? Ne ho visti di molti ma mai qualcuno che funzionasse a dovere.

Anker 14W Solar Charger invece promette bene già fin dalle sue specifiche: output 5V/2A il che equivale a caricare l’iPhone con il trasformatore dell’iPad attaccato alla rete di casa – infatti il trasformatore dell’iPad (quello più cicciotto, per intenderci) carica quasi due volte più veloce l’iPhone rispetto a quello dato in dotazione con quest’ultimo (cioè quello più sottile).

Ho testato l’Anker 14W Solar Charger in pieno sole e in condizioni di scarsità di luce – come per esempio quando l’ho posizionato vicino al finestrino del treno in movimento in una giornata nuvolosa. Ecco cosa è emerso:

Pro: 

- È veramente veloce quando indicano le specifiche. In pieno sole mi ha ricaricato l’iPhone 5S fino al 100% con la stessa velocità sperimentata con la rete elettrica di casa e trasformatore dell’iPad.

- Erogando una corrente di 2A è in grado di ricaricare anche l’iPad. È dotato di due prese USB per ricaricare i device quindi la compatibilità universale è garantita. Con due prese inoltre è in grado di caricare due device contemporaneamente seppur con velocità dimezzata.

- Anche se quando è aperto le sue dimensioni sono notevoli (è comunque dotato di ben 4 pannelli fotovoltaici), quando viene chiuso le sue dimensioni sono accettabili e sta comodamente dentro ad una piccola borsetta. È poi dotato di anelli utili al fine di agganciarlo magari esternamente sullo zaino così da caricare i nostri device mentre camminiamo.

Contro:

- Non è dotato di batteria ricaricabile: in sostanza, spento il sole, non ricarica alcunché. Potrebbe essere interessante per le future versioni dotarlo di un accumulatore che permetta di usarlo anche al chiuso. Vero è che già ora basta abbinarlo ad un caricabatterie esterno come gli Anker Astro E citati prima e il gioco è fatto.