Ogni giorno, nel mondo, vengono presentate delle novità in senso tecnologico. Una di queste è il caricabatterie ecologico. Ne abbiamo sentiti tanti di esperimenti, ma ce n’è un tipo che arriva proprio dall’Italia. 

Un gruppo di italiani ha messo a punto una linea di borse con un caricabatterie integrato chiamato E-mission. La vera novità del sistema è che non si basa sull’energia cinetica ma sui pannelli solari. I pannelli accumulano energia dalla luce naturale e da quella artificiale, quindi anche dalle semplici batterie dell’ufficio o della casa, poi l’energia è accumulata in una batteria.

La batteria in questione è da 2200 mAh ed ha una presa Usb. Il che vuol dire che una volta accumulata l’energia nella batteria, si può trasferirla ai dispositivi oppure conservarla per i momenti più critici. Anche mesi a sentire gli inventori del sistema. Il che vuol dire che se cambiamo borsa possiamo anche staccare la batteria carica e portarla con noi.

Il pannello della borsa è comunque piccolo e questo consente che si possano caricare con una la batteria interna della borsa, soltanto dispositivi di “piccolo taglio”, per esempio gli smartphone, oppure i navigatori satellitari, oppure ancora tablet, lettori mp3 e fotocamere. 

Sono in vendita quattro tipi di borse, dai 70 ai 90 euro.