Ho dedicato parecchio tempo in passato a identificare la miglior cover per il mio iPhone. Avendo un 4S ed essendo notoriamente un pasticcione, non potevo permettermi che mi si rompesse alla quarta caduta. Tante in media sono sufficienti per mandare in frantumi il vetro del vecchio melafonino. Ne ho provate diverse: di policarbonato, di silicone, di plastica, ho provato pure le pellicole integrali Wrapsol che avrebbero dovuto garantire protezione totale al mio iPhone. Non sono rimasto soddisfatto da nessuna soluzione. Alla fine dopo diverse indagini ho però identificato la cover migliore: Candyshell di Speck.

A confermare la mia scelta è giunta poi Apple con le sue nuove cover che sono molto simili, anche se cambia il materiale esterno. L’interno delle Candyshell è fatto di gomma, mentre all’esterno la fodera è di plastica. Tutti i bottoni dell’iPhone sono ricoperti in gomma, la stessa gomma che si trova negli angoli e sui lati della custodia, allo scopo di attutire i colpi dovuti a eventuali cadute. Microfono e cuffie sono liberamente accessibili e la custodia è appositamente forata per consentire l’uscita dell’audio dalle casse del telefono. Si applica e rimuove a incastro, semplicemente infilando il telefono di lato e poi spingendolo dentro e rimuovendolo dopo aver scoperto prima un angolo e poi l’altro. Sulla scatola mancano le informazioni, ma trovate i video sul sito dell’azienda e su YouTube.

La custodia è sufficientemente leggera da non rendere pesante l’iPhone 5S, mentre con il 4S la faccenda è leggermente diversa, perché il peso del telefono è già più consistente. La custodia aggiunge circa 30 grammi che sommati ai 112 dell’iPhone 5S lo riportano al peso dell’iPhone 4S a nudo. La differenza con e senza custodia c’è, inutile negarlo: è il prezzo da pagare per stare al sicuro. Altro lato negativo della faccenda è che la custodia si riga facilmente, quindi meglio scegliere un colore chiaro.

Quanto al grip, l’iPhone 5/5S non è la saponetta che è il 4/4S e quindi il vantaggio è minore: in parte la gomma negli angoli e sui bordi migliora la presa, ma in parte la plastica riduce questo effetto.

In conclusione, se siete dei pasticcioni come me non avete scelta: una custodia vi serve e questa, che non è proprio conveniente (costa 35 euro da Apple, ma su Amazon potete trovarla a un po’ meno), è un ottimo compromesso fra fattore estetico (tutto sommato gli sta pure bene addosso), protezione e maneggevolezza.

Se siete al primo iPhone, potrebbe interessarvi anche questo post sui trucchi per i nuovi utenti iPhone.

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+