Menti fresche, come quelle dei ragazzi che frequentano la scuola media superiore, partoriscono sempre idee innovative ed originali dalla grande capacità tecnologica. È il caso dell’invenzione portata avanti a Montecatini.

Quattro ragazze del liceo scientifico Salutati di Montecatini Terme, supervisionate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), hanno portato avanti un’idea davvero innovativa: la realizzazione di scarpe in grado di ricaricare il cellulare.

L’idea è quella di non buttar via nemmeno “un goccio” dell’energia prodotta dalle sorgenti alternative. Tra queste anche l’energia cinetica, quella che scaturisce da una lunga passeggiata. Camminare quindi fa bene e ricarica.

L’energia così prodotta tramite le scarpe Hermes, è stata raccolta ed immagazzinata, poi usata per ricaricare i cellulari. L’iniziativa è stata inserita nel premio InvFactor del CNR, un premio che vuole incoraggiare i giovani inventori.

Il liceo di Montecatini si era aggiudicato la competizione nel 2010, grazie alla passione per lo jogging di una delle inventrici, Irene Chirico. È stata lei a pensare di non disperdere l’energia cinetica ma di riutilizzarla. Ne ha parlato con Giulia Tuci, Alessia Nannini e Cecilia Pellegrini. Insieme hanno esposto il progetto alla professoressa Foti.

Chiaramente le scarpe pensate da queste inventrici avrebbero dovuto coniugare nel design comodità ed utilità. Al loro interno è infatti istallato un dispositivo che converte l’energia meccanica in energia elettrica grazie ai principi dell’elettromagnetismo.