Mettere insieme eventi del calendario con i propri memo o la propria to-do list può sembrare all’inizio una cosa fuorviante, ma se cominciate a farlo si rivelerà presto una cosa utilissima. Me ne sono accorto utilizzando in questi ultimi giorni la nuova app di Readdle Calendar 5 (in vendita a 6,49 euro, in promozione per alcuni giorni a 4,49 euro), che altro non è che l’evoluzione di Calendar + (gratis), di cui vi ho parlato la scorsa settimana.

Di base Calendar 5 si sincronizza con il vostro calendario e i vostri task, attraverso Gmail o iCloud. Potete scegliere fra diversi tipi di modalità di visione: task, lista, settimana o mese. La più utile è la lista, in cui figurano eventi del calendario e task della vostra to-do list, mentre in basso potete sfogliare i giorni della settimana.

Per ogni evento o task creato potete aggiungere uno o più reminder, via alert, email o SMS. Inoltre potete aggiungere note. Nella sezione task avete l’opportunità di creare memo ricorrenti e due date. Peccato che Calendar 5 non mostri l’indentazione come faceva invece Calendar +. Peccato ancora di più che non permetta di utilizzare lo swipe back di iOS 7: si tratta di fatto di un gesto che diventa presto abitudinario, considerato che arrivare con il pollice destro in cima a sinistra su iPhone 5, 5c o 5s non è poi così semplice, e che anche sui modelli precedenti la cosa è davvero molto utile. Dal punto di vista grafico però l’app è perfettamente integrata con iOS 7.

La creazione di eventi e task con l’app è molto semplice di per sé, ma il team di Readdle ha voluto aggiungere un algoritmo per permettere all’utente di creare eventi utilizzando il linguaggio naturale. Funziona solo in inglese, ma non è un grande problema. Peccato (l’ultimo) che non sia possibile utilizzare le abbreviazioni per i giorni della settimana, come consente di fare Todoist.

In poche parole, era l’app che avrebbe dovuto fare Apple e invece il nuovo calendario fa ancora pena. Certo il prezzo per l’app è davvero alto, ma ricordatevi che Fantastial, che ha funzioni molto simili, ha lo stesso presso. Ora attendiamo l’app per il desktop per un giudizio definitivo.