S’è concluso venerdì il BUILD 2013, ovvero la conferenza annuale degli sviluppatori di Microsoft: sebbene non abbia potuto provare Windows 8.1 Preview – non disponibile per la lingua italiana – le novità presentate sono state diverse, sempre dedicate allo sviluppo di applicazioni. Come I/O e WWDC, l’evento non è orientato ai consumatori e non annuncia dispositivi o programmi acquistabili. Un esempio su tutti è Windows Embedded 8.1 Industry Preview, che aggiorna la piattaforma operativa su POS, ATM oppure altri device integrati.

Il servizio più importante – per sviluppare e ospitare le applicazioni – è indubbiamente Windows Azure: la parola-chiave dell’infrastruttura è sempre «interoperabilità», già incontrata parlando delle versioni di Age of Empires per iOS e Android. È stata annunciata la disponibilità generale di Mobile Services, che permette ai programmatori la realizzazione di app dedicate a sistemi operativi diversi da Windows Phone. Inoltre, Web Sites arricchisce gli strumenti di WebMatrix 3, che è stato rilasciato all’inizio del mese di maggio.

Terze parti hanno comunicato l’uscita delle rispettive app su Windows 8, a partire da Foursquare che “punta” ai tablet con RT. Adobe ha confermato la disponibilità dei programmi di Creative Cloud su 8.1 – almeno, nella variante per x86 – in autunno: l’aggiornamento del sistema operativo dovrebbe raggiungere i consumatori a ottobre. Prima dell’inizio di BUILD 2013, era stata introdotta Microsoft Ventures che riunisce gli acceleratori di BizSpark e Bing Fund per le startup. Sono ottime premesse, ma basteranno ad aumentare le app?