Il giudice ha detto che Apple e Samsung si devono assolutamente incontrare per mettere un punto alla diatriba che le oppone nelle aule di tribunale di mezzo mondo. Ma le due aziende, a riguardo, continuano a temporeggiare. Intanto prosegue la guerra dei brevetti. 

Il giudice federale ha stabilito in via definitiva che entro 90 giorni dalla sentenza, Apple e Samsung devono accordarsi sulla battaglia legale che le contrappone sui tribunali sparsi nel mondo, dall’Australia, alla Germania, fino alla California.

Nonostante questo, si continua lo stesso a guerreggiare sul versante tecnologico. Anzi la Samsung ha accolto la notizia con una contro accusa nei confronti della Apple. Stavolta i coreani hanno portato in campo otto brevetti che sarebbero violati per costruire iPhone, iPad e per sviluppare la Apple TV e il Mac in generale.

Si fa riferimento ai sistemi di registrazione e a quelli di riproduzione delle immagini digitali, nonché alle tastiere digitali. Tutti questi elementi che abbiamo citato sono collegati da un filo rosso: lo standard 3G e per questo potrebbero essere cruciali negli alterchi europei.

La Apple, tra l’altro, nel Vecchio Continente si mostra in svantaggio, ha incassato di recente una sconfitta nella battaglia che l’oppone anche alla Motorola. All’inizio la Corte aveva dato ragione alla Apple, poi è stata ribaltata la sentenza.