Il protagonista di questa curiosa vicenda è Bruce Willis che dopo aver acquistato una quantità enorme di brani su iTunes si è chiesto se potesse lasciare in eredità la sua “libreria” alle figlie. A quanto pare questa cosa non è possibile, soprattutto dopo avere accettato i termini del servizio

Una premessa è d’obbligo: prima di acquistare qualsiasi bene su internet, è necessario leggere in modo approfondito le condizioni d’utilizzo di un certo bene. Una volta accettate le regole, infatti, è molto difficile far valere le proprie rimostranze davanti ad un giudice.

Per quanto riguarda la Apple, adesso, si apre un dibattito. Bruce Willis, infatti, non è d’accordo sul fatto che acquistando un brano su iTunes non si diventi proprietari di questo contenuto digitale. La Apple, così come indicato nei termini d’acquisto, spiega che le canzoni comprate sul cloud non sono di proprietà dell’acquirente, ma sono concesse in licenza d’uso dalla Apple, a lungo termine.

Giuridicamente, a questo punto, non c’è niente da fare visto che anche il famoso attore, ha accettato i termini del servizio. Di certo si può trovare un’alternativa e bypassare il problema, per esempio Willis potrebbe lasciare in eredità alle figli i suoi iDevice con i contenuti caricati. Questi contenuti possono essere duplicati fino a 10 volte su dispositivi sempre abbinati all’account dell’utente.

Su CD si possono fare fino a 7 copie.