Finirà in tribunale, nel Delaware, la disputa sui brevetti per la cancellazione del rumore sulle cuffie di Dr. Dre: Beats Entertainment – già acquisita da Apple che la pagherà tre miliardi di dollari – è accusata da Bose di violazioni su diverse tecnologie implementate nei prodotti in listino. Potrebbe iniziare una guerra simile a quella che Cupertino ha condotto contro Samsung, perché secondo la Reuters il concorrente ha anche chiesto alla International Trade Commission di bloccare le importazioni dalla Cina negli Stati Uniti.

Mentre Beats ha rifiutato di commentare, dei rappresentati legali di Bose hanno affermato che la società farà quanto possibile per difendere i propri interessi: sembra davvero d’essere tornati ai processi reciproci fra Apple e Samsung — che continuano a darsi battaglia su altri fronti. I brevetti contestati risalgono addirittura agli anni ’80, quando l’azienda forniva la stessa tecnologia che oggi è proposta ai consumatori all’esercito. Chi avrà la meglio in tribunale? Cupertino subirà un danno d’immagine dalla battaglia legale?

Anche Jawbone integra su ERA una tecnologia di livello militare per la riduzione del rumore negli auricolari, esattamente come Bose: lo scontro potrebbe non riguardare soltanto Beats che in questo periodo è sotto i riflettori per l’accordo miliardario con Apple. Le guerre sui brevetti, che sarebbero dovute cessare, sono ancora d’attualità e sembrano ormai un fenomeno difficile da debellare. Qual è il guadagno dei consumatori? Nella migliore delle ipotesi, un aumento dei prezzi — dovuto alle spese legali sostenute dalle imprese.

photo credit: Janitors via photopin cc