In queste ultime ore, Google ha rimosso una nuova applicazione che simulava i raid israeliani su smartphone e tablet. L’app in questione è Bomb Gaza, comparsa sul Play Store lo scorso 29 luglio. Ci sono voluti tanti giorni e l’indignazione del pubblico prima che l’azienda di Mountain View sia intervenuta per rimuoverla definitivamente.

Il Google Play Store è uno dei negozi di app in cui tutti gli sviluppatori possono pubblicare senza alcun controllo. Negli scorsi mesi, infatti, sono apparse applicazioni contenenti virus o codice malevolo in grado di colpire smartphone e tablet. Allo stesso tempo, il fatto che ogni app pubblicata non passa un processo di verifica ha permesso agli sviluppatori di Bomb Gaza di pubblicare un gioco il cui scopo è sganciare bombe, evitando i civili.

Dal momento del lancio, fino ad oggi, sulla rete e particolarmente su Twitter molti utenti hanno definito l’applicazione “disgustosa”. La stessa Google non ha impedito alcuna diffusione a un gioco che, in qualche modo, mostra la violenza che sta avvenendo a Gaza. Ad oggi, migliaia di utenti hanno scaricato questa app e, allo stesso tempo, il fatto che il Play Store l’abbia ospitata, seppur per un breve tempo, solleva importanti questioni etiche.

Fatto sta che, se Bomb Gaza non è più disponibile, sul Google Play Store continuano a esservi giochi come “Iron Dome” e “Hamas Rockets”, che si ricollegano con ciò che sta accadendo sulla Striscia di Gaza.