Instagram e Facebook hanno in serbo, per la settimana prossima, un annuncio che dovrebbe riguardare Bolt: una app di messaggistica – simile a Snapchat – che è apparsa per sbaglio su Android, puntando a un link inesistente su Play Store. È difficile che l’apparizione sia legata a un problema di SPAM, specie considerando che il social network ha effettivamente indetto una conferenza stampa entro la fine del mese. Che cos’è Bolt, come funziona e perché dovrebbe essere legata a Instagram? La parola-chiave potrebbe essere Slingshot.

Slingshot [vedi gallery] ha avuto un percorso paragonabile a quello di Bolt: comparsa per sbaglio su Google Play è stata annunciata pochi giorni dopo. Un dettaglio che lascia pensare a una precisa strategia di marketing, più che all’errore umano. Ciò che sappiamo della nuova app è molto poco, perché – oltre al banner apparso nell’applicazione per Android – non sono trapelate ulteriori indiscrezioni. Sembra che serva per scambiare fotografie coi contatti a mo’ di Instagram Direct, che sostituirebbe. Perché creare una seconda app?

Direct non è proprio la funzione più popolare di Instagram, ma allora perché Bolt dovrebbe avere successo? Un’ipotesi è che a essere sostituita sia Slingshot — che Facebook continua a considerare un esperimento. Lo scambio di messaggi fotografici e filmati che svaniscono ha più senso legato alla app di Kevin Systrom: Zuck è solito diversificare gli investimenti sulle applicazioni, com’è già avvenuto su WhatsApp e Facebook Messenger, perciò potrebbero essere mantenute entrambe. Tutto può succedere! Lo sapremo fra qualche giorno.

photo credit: TAKA@P.P.R.S via photopin cc