BlackBerry, in collaborazione con Boeing, produrrà il primo smartphone a prova di ladro che si chiamerà Boeing Black. Grazie alle conoscenze di Boeing in fatto di sicurezza, il device sarà in grado di proteggere tutte le informazioni e i dati sensibili da ladri e cracker attraverso un sistema di autodistruzione dei file in caso di emergenza.

Il Boeing Black non è ovviamente pensato per l’utente medio che ha paura che le proprie foto imbarazzanti vengano viste da qualche topo d’appartamento, ma è studiato per le esigenze di agenti governativi e politici. I telefoni di questi ultimi, infatti, contengono moltissime informazioni riservate e sensibili che, in caso finissero nelle mani sbagliate, potrebbe causare danni a livello internazionale. Un esempio eclatante è quello degli attacchi informatici ai danni di Sony, che ha generato un terremoto nel mondo del cinema.

L’arrivo sul mercato di questo smartphone è stato confermato dal CEO di BlackBerry John Chen, che ha dichiarato: “Annunciamo con entusiasmo la collaborazione con Boeing per realizzare una soluzione sicura basata su Android che fa uso della piattaforma BE 12″.

La data di rilascio non è ancora stata rivelata, ma l’amministratore delegato Chen fa sapere che raggiungerà gli scaffali dei negozi nel 2015.