Si chiama BlueStack ed è un software che consente di provare le applicazioni disponibili per Android, prima sul pc di casa e poi anche sul proprio smartphone. Un modo come un altro per ottimizzare i download evitando di sovraccaricare il telefono con software inutili. 

Siamo ad agosto e ci piace consigliarvi qualche buon software da portare sotto l’ombrellone: abbiamo visto quello per trasferire file sul server remoto con il tasto destro del mouse, quello per tenere sotto controllo l’hardware e quello per trasformare i file video in eseguibili bypassando il problema codec.

Adesso vediamo insieme a cosa serve BlueStacks. Si tratta di un programmino gratuito disponibile per XP, Vista, per Windows 7. Il suo compito è quello si simulare senza ritardi e senza errori, ma creando una piattaforma Android virtuale, quello che accade sul vostro smartphone una volta scaricata l’applicazione.

L’interfaccia utente di BlueStacks è molto semplice e consente di prendere visione del funzionamento di un app con riferimento a qualsiasi smartphone. Le schermate sono navigabili tramite il mouse e se invece occorre inserire codici, nome utente e password, si può usare invece la tastiera.

Tramite la macchina virtuale si possono avere a disposizione circa 4 Giga di memoria per istallare le applicazioni da provare.