Google ha di recente lanciato Android Device Manager un nuovo servizio per tenere sotto controllo il proprio smartphone da remoto, molto utile quando il dispositivo viene smarrito o rubato.

Le feature disponibili sono parecchie: localizzare un dispositivo perduto e, eventualmente, formattarlo da remoto. Nelle scorse ore però è stata introdotta la possibilità di bloccare il dispositivo o di impostare – o resettare – il pin per lo sblocco del device.

Feature molto interessanti sì, che necessitano che il dispositivo sia connesso ad internet, una eventualità molto remota specie se si tratta di furto. Le modifiche saranno comunque apportate appena il dispositivo verrà connesso o una rete wirless o cellulare.

Android Device Manager era ciò che serviva da Android per competere con iOS e “Trova il mio iPhone“.  I due servizi sono simili, molto efficaci entrambi. Non ho avuto fortunatamente bisogno di provarli – e spero di non doverlo fare – ma stando a quanto raccolto sul web funzionano ambedue benissimo. Ciò non toglie che è necessario sempre tenere la guardia alta sul nostro smartphone.