Silent Circle, azienda produttrice dello smartphone Blackphone, ha presentato al Mobile World Congress il successore della prima versione. Si chiama Blackphone 2 e promette di offrire un livello di sicurezza rafforzato e specifiche tecniche migliorate, con l’obiettivo di conquistare una maggior fetta di mercato e offrire funzionalità che, dopo lo scandalo NSA, sempre più persone stanno ricercando. Silent Circle, tuttavia, ha anche presentato un nuovo tablet denominato Blackphone+.

Blackphone 2 è la nuova generazione di smartphone pensato per proteggere la privacy ed offre, oltre ad hardware di alta gamma, software sviluppato appositamente. La prima versione di Blackphone ha riscontrato un buon livello di successo ed essendo un terminale che si proponeva verso un pubblico più ristretto rispetto a quello a cui si rivolgono Samsung ed Apple, Silent Circle ha pensato di rinnovare l’hardware e il software, presentando il tutto al MWC 2015.

Blackphone 2 integra un processore octa-core a 64 bit, display da 5.5 pollici con risoluzione FullHD e vetro Gorilla Glass. Rispetto alla prima versione, dotata di display da 4.7 pollici, il nuovo Blackphone 2 risulta più grande e ciò ha permesso l’inserimento di una batteria da 3060mAh, dotata di funzionalità di ricarica veloce. Inoltre, troviamo uno slot per le card microSD, 3GB di RAM, 32GB di storage e supporto alla rete LTE.

Per quanto riguarda il software, invece, Blackphone 2 è dotato di un sistema operativo, derivato da Android, denominato PrivatOS 1.1 e sviluppato per offrire la maggior privacy possibile. Infatti, grazie all‘interfaccia grafica Spaces è possibile avere il terminale diviso in diverse parti. E’ possibile, infatti, assegnare diversi login alle app di telecomunicazione e quelle per la visualizzazione dei documenti. Blackphone 2, quindi, è un terminale interessante e che verrà venduto al prezzo di 649$.

Sempre al MWC, Silent Circle ha mostrato un nuovo tablet da 7 pollici, denominato Blackphone+, che utilizza chip Qualcomm, ma per il momento è ancora un prototipo e l’azienda non ha comunicato nessuna specifica tecnica a riguardo di questo dispositivo.

Infine, Silent Circle ha comunicato la volontà di creare una nuova piattaforma dedicata alla privacy a livello aziendale, al cui interno vi saranno applicazioni, sistema operativo, app store e tanti altri servizi aggiuntivi. L’obiettivo dell’azienda, di fatto, sembra quello di conquistare la fetta di mercato che BlackBerry non è riuscita a mantenere e sempre di più si sta dirigendo verso altri marchi.