BlackBerry ha annunciato l’uscita di Passport, lo smartphone quadrato, a Toronto: il nuovo dispositivo è stato presentato ieri e ambisce a rilanciare l’azienda sul mercato. Disponibile subito negli Stati Uniti e in alcuni Paesi selezionati come il Canada, la Germania, la Francia e il Regno Unito… arriverà in Italia entro la fine dell’anno. Il prezzo in Europa è fissato a 649€, però qui potrebbe subire degli aumenti — a causa dell’equo compenso da copia privata imposto dalla SIAE e dal MIBAC, guidato dal Min. Dario Franceschini.

A dispetto del nome attribuitogli dalla stampa, Passport è uno smartphone rettangolare. A essere quadrato è lo schermo – un Gorilla Glass 3 di Corning – da 4.5″ con un rapporto di 1:1 alla risoluzione HD a 1440×1440 pixel per 453DPI che nelle intenzioni di BlackBerry dovrebbe facilitare la lettura. L’azienda punta tutto sulla nuova tastiera QWERTY e sulla batteria da 3.450mAh che garantisce fino a trenta ore d’autonomia a seconda dell’utilizzo. Il processore è a 2.2GHz, la RAM a 3Gb e la fotocamera è da 13MP con 32Gb di memoria.

Nonostante le caratteristiche d’alto livello e i servizi per i professionisti come BlackBerry Assistant e Natural Sound per migliorare l’audio delle chiamate, il valore aggiunto di Passport è nella disponibilità di App-Shop per Android. Il sistema operativo – come sappiamo – è compatibile con tutte le applicazioni create per Google e la partnership con Amazon ne faciliterà l’installazione. Questo accordo, più dello smartphone in sé, potrebbe essere una “chiave” per il successo del dispositivo… e un ritorno ai fasti del passato.

foto ufficio stampa