Gli smartphone di BlackBerry diventeranno cinesi. L’azienda canadese, come noto, a settembre aveva annunciato che non avrebbe più prodotto direttamente dispositivi mobile per dedicarsi ai software ed ai servizi per le aziende. Contestualmente, aveva anche annunciato che i suoi smartphone non sarebbero, comunque, scomparsi perché sarebbero stati prodotti in licenza attraverso alcuni partner. Adesso, BlackBerry ha finalmente svelato chi continuerà a realizzare i dispositivi mobile che saranno immessi sul mercato con il suo logo. Si tratta di TCL, azienda cinese che in Europa è già presente attraverso il marchio Alcatel.

La notizia non stupisce in realtà, visto che già oggi alcuni ultimi smartphone BlackBerry sono sostanzialmente dei modelli Alcatel rimarchiati. TCL, dunque, da adesso in poi si occuperà di progettare, produrre e vendere smartphone con il marchio di BlackBerry in quasi tutti i mercati del mondo. L’apporto della casa canadese si limiterà ad alcune applicazioni e servizi ovviamente dedicati alla sicurezza negli ambienti enterprise. I primi prodotti frutto di questo accordo probabilmente potrebbero essere già annunciati durante il prossimo Mobile World Congress 2017 di Barcellona.

Effettivamente, Steve Cistulli, dirigente TCL del Nord America, attraverso Twitter ha lanciato un messaggio sibillino che farebbe intendere come l’azienda sia al lavoro su un nuovo modello dotato di tastiera QWERTY.

Dunque, il primo modello dello smartphone cinese/canadese potrebbe arrivare molto prima di quello che molti potrebbero aspettarsi.