Decisione storica da parte di BlackBerry che ha annunciato che intende smettere di progettare e produrre direttamente smartphone. L’azienda si concentrerà, adesso, su servizi e software per la sicurezza. Sino ad oggi, BlackBerry è stato sempre sinonimo di smartphone aziendali ma da adesso in poi l’azienda si concentrerà in altri settori. In realtà, questo non significa che spariranno del tutto i dispositivi mobile con marchio BlackBerry perchè la produzione sarà affidata ad aziende di terze parti che potranno realizzare nuovi dispositivi da vendere con il marchio della società canadese. Si pensi, per esempio, a DTEK 50, un clone dell’Alcatel Idol 4 con marchio BlackBerry.

La scelta di abbandonare il suo antico core business era da tempo nell’aria. Nel corso degli ultimi anni, gli smartphone dell’azienda canadese hanno perso progressivamente interesse soppiantati da prodotti come gli iPhone e gli smartphone Android che offrivano soluzioni molto più avanzate anche adatte all’utenza professionale grazie soprattutto ad un bacino di applicazioni sterminato. Secondo Gartner, nell’ultimo trimestre BlackBerry ha raggiunto una quota di mercato pari allo 0,1% con circa 400.400 unità vendute. L’ultimo tentativo della società canadese di risollevarsi nel mercato dei dispositivi mobile è stato quello di abbracciare Android ma con scarso successo.

Probabilmente, il problema di BlackBerry è stato quello di sottovalutare il fenomeno di Apple e di Google non riuscendo poi a rispondere con prodotti di altrettanto appeal. L’azienda, dunque, si occuperà da adesso in avanti soprattutto di servizi e di software per la sicurezza, un settore dove può ancora competere grazie a soluzioni di primo livello. Il futuro si prospetta, comunque, positivo per l’azienda anche se l’annuncio della fine dei suoi prodotti mobile rappresenta un momento sicuramente cupo della sua storia.