BitTorrent ha intenzione, molto presto, di rivoluzionare l’intrattenimento televisivo. BitTorrent ha lavorato sulla sua tecnologia proprietaria di live streaming per anni, ma ha presentato solo adesso la sua prima piattaforma dedicata. BitTorrent Live debutterà nel corso della settimana sulla Apple TV e come applicazione indipendente per iOS ed Android durante il mese di giugno. La piattaforma consentirà agli utenti di accedere ad alcuni contenuti offerti gratuitamente che arrivano da una dozzina di piccoli canali ma la società ha evidenziato come arriveranno, però a pagamento, anche contenuti di valore aggiunto.

I canali che saranno disponibili al lancio non sono nomi importanti ma BitTorrent può comunque affermare che i contenuti copriranno una vasta gamma di interessi: dalla boxe alla arthouse cinema passando per il live clubbing.

Tuttavia, la parte importante di BitTorrent Live non è il contenuto, ma la tecnologia utilizzata. L’approccio del servizio live è molto simile a quello utilizzato dal client per il file sharing. In questo caso, ogni utente diventa un’emittente televisiva. Questa tecnologia permetterà di risolvere il problema del lag nelle trasmissioni in diretta senza che sia necessario implementare una costosa e sofisticata rete di distribuzione.

Per gestire ampi flussi di traffico servirebbe una rete di vaste dimensioni che forse potrebbe arrivare con il lancio del 5G. BitTorrent, tuttavia, pensa di aggirare questo problema con l’utilizzo di un più semplice e flessibile protocollo.

Tuttavia, se BitTorrent potrebbe aver trovato la soluzione tecnica migliore per realizzare servizi di live streaming è tutto da verificare il successo che avrà il suo servizio. Nella sua attuale forma è ben difficile che possa attirare imprese intenzionate ad utilizzarlo per diffondere le proprie trasmissioni televisive.

BitTorrent Live dovrà, comunque, prima di tutto dimostrare la sua validità prima di essere preso in considerazione anche dai grandi network televisivi.