Se fino a pochi mesi fa i Bitcoin erano una moneta virtuale e realizzata tramite un algoritmo di mining, adesso possono essere creati da banconote reali. Nello storico West Willage di New York, infatti, è stato inaugurato il primo distributore di Bitcoin che permette di trasformare soldi reali in valuta virtuale. In questo modo, quindi, sarà possibile effettuare acquisti e aumentare il proprio portafoglio online.

Spesso, in passato, abbiamo parlato dei Bitcoin e di come le valute virtuali abbiano cambiato il nostro modo di pensare al denaro. L’ EBA (European Banking Authority), qualche settimana fa, aveva fermato le banche europee ad accettare la famosa valuta virtuale. Tra i principali rischi vi è la volatilità dei Bitcoin e l’assenza di una regolamentazione vera e propria.

Per quanto riguarda l’Italia, Robocoin è il primo bancomat per Bitcoin che è arrivato verso la fine di giugno ed è stato installato a Roma con LUISS EnLabs. Robocoin, inoltre, permette di acquistare e scambiare Bitcoin, tuttavia non offre la possibilità di convertire banconote reali in moneta virtuale, come avviene per il nuovo bancomat appena inaugurato a New York. Quest’ultimo è stato installato all’interno di Flat 128, lussuoso store nel famoso quartiere West Village e può essere utilizzato per trasformare soldi reali in denaro virtuale. Prossimamente, però, l’ATM permetterà di effettuare l’operazione inversa, ovvero ottenere dollari dai Bitcoin. Ma qual è la l’effettiva comodità di un bancomat del genere? Le transazioni effettuate verranno contabilizzate in circa 6 secondi, anche se per il momento resta l’incognita del costo sulle singole operazioni.

photo credit: btckeychain via photopin cc