Il magnate della Apple, la mente e il braccio di una delle aziende più interessanti nel panorama tecnologico mondiale, è stato “biografato” illecitamente.

Anche questa volta il falso ha un sapore orientale. Dopo la clonazione degli Apple Store, dalla Cina arriva anche la falsa biografia di Jobs. 

Andiamo con ordine, perché una biografia di Steve Jobs uscirà davvero. La data prevista per il lancio del libro firmato da Walter Isaacson era il 6 marzo 2012 anche se ci sarebbe stato qualche anticipo in Occidente. Il prezzo? 32 dollari.

Eppure per soli 10 dollari, pare sia possibile leggere un’altra biografia non autorizzata di Jobs. A Taiwan il falso è diventato così rapidamente popolare da essere in pochi giorni alla vetta della classifica di KingStone.

A Pechino la biografia di Jobs è firmata da un certo John Cage, omonimo del musicista ma slegato da quest’ultimo.

L’autore della biografia, invece, vive a Taipei e sarebbe un appassionato di informatica che ha sbirciato notizie sui siti di tecnologia.

Nella falsa biografia, lo Steve Jobs di Cage offre ai giovani decisi ad intraprendere la carriera informatica, 11 consigli per muovere i primi passi nel settore.

Un altro aspetto curioso sono anche delle pagine bianche lasciate a metà del romanzo. Non è ancora chiaro se si tratti di un errore oppure di uno strumento per prendere appunti.