Molto spesso, quando si cerca un’informazione o un servizio in rete, si usa il motore di ricerca.

64 persone su 100 scelgono Google, ma a marzo il 30 per cento degli internauti ha optato per Bing. Eppure il colosso Microsoft sembra intenzionato ad abbandonare questo progetto.

La situazione di partenza è sempre la concorrenza tra Facebook e Google che ha spinto entrambe queste realtà a confrontarsi a suon di novità sul mercato elettronico e nella piazza finanziaria.

Adesso Facebook sembra stia per guadagnare, dopo Skype, un altro alleato importante per la lotta contro l’impero di Mountain View.

Infatti, Microsoft sta valutando l’opportunità di cedere il motore di ricerca Bing, visto che dopo un avvio strepitoso sta collezionando perdite una dopo l’altra. Si parla già di record con i -2,5 miliardi di dollari fino a giugno.

La vendita interessa Facebook che con i suoi 750 milioni di utenti, potrebbe portare su questo motore di ricerca una bella quantità di traffico in grado di mettere in crisi anche Google.

Eppure alcuni esperti di Microsoft dicono che si tratta dell’ennesima bufala. Infatti già il sistema operativo Windows 7 prevede un legame ancora più profondo con Bing e guarda già all’evoluzione verso Bing Scout e Bing Audio.