Alla stregua di quanto già fatto da Google, anche Microsoft ha deciso di dare maggior rilievo, nelle ricerche, ai siti web mobile-friendly, ovvero quelli ottimizzati per la navigazione su smartphone e tablet.

Secondo quanto dichiarato da Redmond, però, le ricerche non verranno stravolte in quanto i risultati più rilevanti verranno comunque mostrati per primi, anche se questi non portano a siti web ottimizzati per la navigazione in mobilità.

La nuova filosofia entrerà in vigore a partire dai prossimi mesi così da dare il tempo agli sviluppatori dei siti di ottimizzare i loro portali web. Bing per ora contrassegna semplicemente il sito web mobile-friendly con la scritta “compatibile con i dispositivi mobili”. Una scelta che va inevitabilmente incontro alle nuove dinamiche del mercato, sempre più orientate ai dispositivi portatili e alla consultazione web in mobilità.

Molto significativo in tal senso è il dato fatto registrare dall’ultima ricerca di Google, secondo la quale gli utenti che svolgono ricerche sul motore di ricerca di Mountain View lo fanno più spesso tramite smartphone e tablet che su computer. Il sorpasso dei device mobili nei confronti del più tradizionale personal computer è avvenuto in ben 10 nazioni, tra cui Canada, Stati Uniti e Giappone.