Quando ho visto la notizia sono rimasto folgorato: Bic sta infatti per lanciare sul mercato una nuova gamma di Cristal Stylus, la sua penna più famosa. Qualche informazione collaterale? Cominciamo: in produzione dal 1945, la Cristal Stylus ha venduto oltre 115 miliardi di esemplari in tutto il mondo. È la Penna, con la P maiuscola, il mezzo per scrivere per eccellenza. Eppure, adesso sta per vedere un repentino cambio: la sua nuova incarnazione sarà compatibile con tablet e smartphone.

Nonostante le penne a inchiostro vadano molto bene su Kickstarter come ci dice Federico Moretti, Bic ha intercettato una tendenza: il mobile computing infatti è sempre più sfruttato e l’azienda non manca di intercettare un’esigenza crescente con un nuovo prodotto. L’evoluzione della penna: al posto del tappino posteriore che eravamo soliti mordere, verrà inserita una gommina touch-capable, compatibile con tutti i nostri device touch.

La nuova biro in questo modo prenderà possesso non solo della carta, ma si sposterà anche sul digitale. È il segnale di un mondo che cambia, e di un’azienda capace di guardare ancora verso il futuro nonostante decenni di operato in un settore puramente analogico com’è quello del “carta e penna”.

Pocket-lint riporta che la nuova biro sarà disponibile per la metà di agosto, al prezzo di 2 sterline e mezza l’una (prezzo UK ovviamente). Saranno disponibili come sempre anche i pacchi da 3 e le scatole da 10. Personalmente, non vedo l’ora di provarla sul mio Nexus 7.

Photo credits: Adriàn Pérez via photopin cc