Pensavate di esservelo lasciato alle spalle, ma il Bendgate è tornato, solo che ha cambiato soggetto. L’attenzione ora si è però spostata sul più recente top gamma Samsung, Galaxy S6 Edge. E’ stata SquareTrade, azienda che offre servizi di estensione per la garanzia di prodotti di elettronica, ad effettuare dei nuovi test di resistenza alla pressione, utilizzando una macchina chiamata Bendbot. Il risultato? Anche il nuovo smartphone Samsung con lo schermo curvo nei bordi si piega, e lo fa sotto una pressione praticamente identica rispetto a quella del Bendgate di iPhone 6 Plus, di cui in rete si parlò ampiamente qualche mese fa.

Samsung Galaxy S6 Edge, sotto una pressione di 110 pounds, circa 50 Kg, inizia a piegarsi, come riporta il sito USA The Verge, esattamente come accade con la versione Plus di iPhone 6. Una prima differenza sta però nel fatto che il device Apple inizia a piegare ma lo schermo resta integro, mentre il device Samsung mostra diverse fratture nella parte laterale. Il test non si è limitato alla ricerca del punto in cui gli smartphone iniziano a piegarsi, ma anche quale sia la pressione necessaria a rompere e dunque rendere inutilizzabili gli stessi: ne è risultato che iPhone 6 Plus è leggermente più resistente del concorrente, frantumandosi sotto una pressione di circa 80 Kg (179 pounds), mentre Galaxy S6 Edge è distrutto da una forza di circa 68 Kg (149 pounds). Il video mostra il paragone includendo anche un altro top gamma recente, HTC One M9, che si piega sotto qualcosa come 55 Kg di pressione (120 pounds).

Un test che mostra che non si tratta di un problema relativo solo ai più recenti top gamma Apple, ma quasi comprensibile considerando che tutti e tre gli smartphone presi in esame in questo test di SquareTrade sono molto sottili e dunque strutturalmente più soggetti a questo tipo di problemi. Come riporta The Verge, un device con specifiche e design come quelle di Galaxy S6 Edge e iPhone 6 Plus sarebbero potuti essere più resistenti con uno schermo più robusto e più parti metalliche nelle parti laterali. La domanda è se il Bendgate sia veramente importante e sino a che punto, o se si tratti di un test che non influirà in maniera determinante sulla volontà da parte dei consumatori di acquistare lo smartphone, esattamente come accaduto per iPhone 6, che nonostante tutto ha ottenuto vendite record. Agli acquirenti il verdetto, ma nel frattempo ecco il video del test.