Beam Messenger è l’app che potrebbe portare una scomoda concorrenza a WhatsApp. La ragione è molto semplice: a volte capita che stiamo conversando con qualcuno via chat, e compare la digitazione dell’altro contatto, che poi per una cosa o per l’altra può cambiare idea e cancellare il testo già scritto. Come naturale, ci si chiede che cosa avrà scritto l’altro contatto, ed ecco l’applicazione che porta la soluzione.

Con Beam, come riportato da Business Insider, sarà possibile leggere in tempo reale ciò che il nostro interlocutore scrive, in modo da eliminare ogni sorta di dubbio sul messaggio scritto e poi cancellato. Così facendo, però, muore tutto ciò che è legato alla scrittura in sé, ovvero la possibilità di modificare il proprio testo prima di inviarlo, sinché esso non ci convince. L’app porta il concetto di tempo reale ad un nuovo livello, mostrando anche le singole lettere digitate.

Gli SMS e i testi in generale, sono molto più utilizzati delle chiamate vocali, i messaggi in tempo reale si inseriscono in maniera invasiva, mettendo gli utenti in condizioni di trasparenza quasi totale, a cui raramente siamo abituati, soprattutto quando si tratta di inviare e comporre testi. L’app è per ora disponibile solo per Android, e presto arriverà anche su iPhone. Purtroppo, però, nonostante il download dell’app, non è ancora possibile per tutti effettuare l’accesso alla stessa, a causa delle richieste di un ampio numero di utenti, e della ristrettezza del team che lavora dietro l’applicazione.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter