Se c’è una cosa che a BlackBerry è riuscita e riesce ancora più che bene, quella è il BlackBerry Messanger, aka BBM. Negli scorsi giorni l’azienda canadese ha rilasciato la versione di BBM per iOS e Android ed è stato un successo oltre ogni più rosea aspettativa: 10 milioni di download nelle prime 24 ore. Questo ha costretto BlackBerry a introdurre un sistema di attivazioni con la coda virtuale. Un mezzo flop che rischia di penalizzare l’app, già entrate nella top ten delle app gratuite più scaricate. E se davvero l’app dovesse arrivare su desktop, come vogliono le indiscrezioni, questo potrebbe essere il più grosso successo di BlackBerry negli ultimi cinque anni.

Ecco le funzioni di BBM:

  • BBM Chat (singola o di gruppo): Conversazioni reali e immediate con amici che usano smartphone Android, iPhone e BlackBerry. BBM non solo permette di sapere che il messaggio è stato consegnato e letto, ma mostra anche in tempo reale se un contatto sta rispondendo al messaggio. Nulla di nuovo rispetto a iMessage o Whatsapp, ma una cosa assolutamente necessaria.
  • È possibile condividere anche foto (ci mancherebbe) e messaggi vocali, cosa che nessuna delle altre più popolari app di messaggistica include. Si possono condividere anche album fotografici, file e calendari e questa è una cosa molto utile.
  • PIN: ogni utente BBM ha un codice PIN che mantiene la privacy, in modo che agli utenti non sia mai richiesto di condividere il numero di telefono o l’indirizzo mail con un contatto nuovo o occasionale. La cosa interessante è che, a differenza di iMessage, Google+ e Whatsapp, su BBM è possibile accettare solo alcuni contatti e non tutti, senza che gli altri sappiano che anche tu stai usando l’app e ti possano quindi trovare. Da questo punto di vista BBM può essere anche visto come un competitor di Snapchat, che proprio sul fronte privacy sta mostrando parecchi problemi.