Fare acquisti su internet e pagare con il proprio bancomat. Il 2015 si apre con questa, grande, novità, che di fatto permetterà a molte persone che non sono provviste di carte di credito o di conti virtuali di poter fare acquisti online. Certo, il cliente dovrà recarsi presso la propria banca per poter attivare il servizio, ma da marzo 2015 le cose cambieranno.

Il debutto sul web

Dunque, PagoBancomat è pronto al debutto sul web. Ad annunciare questa importante novità, che di fatto segnerà un passo importante e quasi epocale della storia, è stato il direttore generale del consorzio Bancomati, Sergio Moggia: “A fine marzo saremo pronti per la prima transazione PagoBancomat sul web. Sembra crescere, anche se di poco, sia l’utilizzo di internet in Italia sia il numero di consumatori che acquistano online”, le sue prime parole dal seminario dell’Abi (Associazione bancaria italiana) a Ravenna.

Nessuna concorrenza alle carte di credito

Moggi ha anche annunciato che il servizio PagoBancomat avrà l’appoggio di sistemi di sicurezza molto elevati, cosa che permetterà di evitare truffe o clonazioni di carta. Certo, rimane da chiedersi se questo sia da intendersi come un servizio che andrà a fare concorrenza a carte di credito o alle ricaricabili, ma Moggia si trincea dietro un “c’è spazio per tutti”: “Non ci sarà bisogno di inserire il numero identificativo della carta o dei codici di sicurezza on line – prosegue Moggia – una volta attivata in banca la funzione web sulla propria carta, non sarà necessario digitare il proprio pin ma al momento dell’acquisto si verrà reindirizzati al sito delle propria banca. Dopo le verifiche scatterà il via libera all’acquisto”. Per prima cosa, il cliente dovrà andare in banca per farsi attivare il servizio: per ora, stando a quanto è emerso dal seminario, i metodi di pagamento più diffusi sono quelli con carte di credito (26%), prepagate (33%), paypal (19%) e bonifico bancario (9%).