Come ogni anno, in questo periodo Google propone una serie d’iniziative per seguire il percorso e aiutare i bambini di tutte le età a inviare delle letterine a Babbo Natale: quella del 2012 sembra l’esperienza più completa. Chrome ha acquisito un’estensione dedicata al tracciamento degli spostamenti di Babbo Natale, disponibile pure su Android o Google Earth, con Google Maps e un tema natalizio per addobbare il browser. Al solito, Google ha predisposto un modulo da compilare che recapita i messaggi direttamente dal Polo Nord.

Quest’anno l’opzione è riservata ai maggiorenni perché nei Paesi abilitati, tra i quali non dovrebbe comparire l’Italia, i messaggi d’auguri possono essere inoltrati per telefono da Google. Babbo Natale registra un MP3 dalle informazioni fornitegli in chat e lo spedisce come allegato al destinatario via e-mail o su Google+: il contenuto del messaggio è definito rispondendo ad alcune domande di Babbo Natale che prevedono risposte multiple oppure aperte. È una simpatica variante delle “solite” cartoline natalizie e non genera SPAM.

Tornando alla slitta, il percorso di Babbo Natale è tracciato dal NORAD: un istituto per la difesa aerospaziale composto dalle aviazioni statunitense e canadese. Col 2012, però, il NORAD ha abbandonato l’utilizzo di Google per affidarsi a Bing Maps e gli strumenti a disposizione su Chrome potrebbero proporre un percorso leggermente diverso rispetto al passato. Forse, è soprattutto per questo motivo che sono aumentate le risorse pubblicate da Google sul Natale. Le mappe di Nokia per Microsoft hanno avuto una maggiore visibilità.