Alle aziende, soprattutto a quelle medio-grandi sono rivolte molte innovazioni tecnologiche studiate da chi si occupa di informatica e tecnologia. Ma quel che spesso accade è che le aziende produttrici di software aziendali, guidano le tendenze del lavoro aziendale stesso.

Perché siamo giunti a questa riflessione? Perché tempo fa abbiamo elogiato il cloud computing e abbiamo tessuto le lodi di questa nuvola in grado di garantire la produttività dei lavoratori costretti alla mobilità. Sempre su Leonardo abbiamo accennato alla serie di telefoni studiati per le aziende e messi sul mercato dalla Nokia.

Non basta, in un recente articolo abbiamo recensito anche il software Kerio Connect, arrivato alla release 7.2 e pensato, ancora una volta, per le aziende. In quest’ultimo caso, sul mercato è rilanciata l’importanza di uno strumento che tramite un servizio di messaggistica istantanea, è in grado di aumentare la produttività dei lavoratori.

A distanza di pochi giorni, su tutti i giornali si parla dell’importanza della chat nelle aziende e della volontà di riabilitarla a discapito dello scambio di e-mail.

Una scelta dettata dal fatto che rispondere real time ad un collega che ci chiede informazioni, distrae meno ed è più veloce che esprimere gli stessi concetti in un messaggio di posta elettronica.