Desiderate avviare Windows 7 in modalità provvisoria ma non sapete come fare? Avete installato un nuovo programma che ha comportato vari problemi o rallentamenti del computer? Vi ritrovate con Windows 7 che non si avvia correttamente? Windows, il sistema operativo di Microsoft, integra una funzionalità ad-hoc pensata per risolvere tutte queste tipologie di problemi. Quest’ultima si chiama modalità provvisoria ed è una modalità speciale in cui il sistema operativo carica solo i file e i driver minimi per l’esecuzione di Windows 7. Così facendo si evitano problemi e malfunzionamenti dovuti a driver o software incompatibili che avete installato sul PC. Andiamo a scoprire come avviare il Windows 7 in modalità provvisoria.

Windows 7

Per avviare Windows 7 in modalità provvisoria vi è una semplice procedura da seguire e che permette di andare a correggere i problemi presenti sul vostro computer. Per entrare in modalità provvisoria potete riavviare o avviare il computer e premere, continuamente, il tasto F8 della tastiera del PC dopo la prima schermata di accensione che appare sul display.

A questo punto, vi comparirà una schermata in bianco e nero al cui interno sono presenti alcune opzioni fra cui scegliere. Utilizzando le frecce direzionali della tastiera potete scegliere, facilmente, l’opzione desiderata e premete sul tasto Invio, per confermare la vostra scelta. Tra le varie opzioni troviamo:

  • Modalità provvisoria: per avviare Windows 7 nella modalità provvisoria “classica”, senza connettività Internet, scegliete questa opzione.
  • Modalità provvisoria con rete: per accedere alla versione della modalità provvisoria dotata di connettività rete dovete scegliere quest’ultima opzione.
  • Modalità provvisoria con prompt dei comandi: se state cercando di avviare Windows 7 con la linea di comando, alias prompt dei comandi, scegliete questa opzione. Vi ricordiamo, tuttavia, che il prompt dei comandi è preferibilmente utilizzarlo qualora siate esperti.

Dopo aver selezionato l’opzione che preferite di più, in base alle vostre esigenze, vi apparirà una lista di percorsi e nomi di file difficilmente comprensibili. Passato qualche secondo, vi ritrovete all’interno della classica schermata di accesso. A questo punto, quindi, digitate la password dell’account e premete il tasto Invio per avviare la modalità provvisoria.

Una particolarità di Windows 7 in modalità provvisoria riguarda la risoluzione dello schermo che è ridotta rispetto a quella standard. Allo stesso tempo, i temi per il desktop e gli effetti grafici speciali non vengono caricati, come i programmi esterni che nella modalità normale si avviano automaticamente. Il sistema operativo, infatti, non caricare i driver della scheda video, bensì solo i file e driver basilari per l’esecuzione di tutti i programmi di cui potete aver bisogno.

Disinstallare software Windows 7 in modalità provvisoria

Una volta entrati nella modalità provvisoria di Windows 7, è arrivato il momento di disinstallare il programma o il driver che fa conflitto con il sistema operativo. Per far ciò, entrate all’interno del Pannello di Controllo e poi nella sezione Disinstalla un programma. Vi si aprirà una finestra in cui, dopo qualche secondo, verrà caricata la lista di tutti i programmi installati. Fate click sul nome del driver o programma che ha causato la comparsa del messaggio di errore o il blocco del sistema. Selezionato il nome del software, premete sul pulsante Disinstalla, posto in alto a sinistra.

Terminata la disinstallazione del programma o driver, non dovete far altro che riavviare Windows 7 normalmente. Per far ciò cliccate sul pulsante Start e poi selezionate l’opzione Riavvia il sistema. Il PC si spegnerà e accenderà nuovamente e Windows 7 si avvierà in modalità classica. Ora, non vi resta che constatare la scomparsa degli errori e così avrete imparato come avviare Windows 7 in modalità provvisoria e disinstallare un programma o driver che provocava un conflitto a livello di sistema operativo.