Autodesk ha acquisito Creative Market per realizzare il più grande mercato del design digitale al mondo: famosa per programmi come AutoCAD e Maya, l’azienda compete con Adobe – che ha in Behance la propria community – nel supporto ai designer. Creative Market è stato sviluppato dai creatori di ColorSchemer.com e COLOURlovers.com che hanno ideato uno store di componenti che spaziano dai caratteri tipografici ai template per i CMS (Content Management System) più diffusi. Un negozio virtuale che aiuta a completare i propri progetti.

Concettualmente, Creative Market è molto simile a Swiftly di 99designs: la differenza è che non esiste un committente, perché gli elementi di design sono già stati realizzati. Il designer – più che l’utente finale – acquista ciò che gli serve a un costo che varia da cinque dollari per un set di icone a oltre cento per una typeface. La gamma dei prezzi è decisamente alla portata di tutti, anche se non esclude i progetti più ambiziosi per i quali il budget è superiore. Una mossa che io trovo intelligente e dal successo annunciato.

Non mancano degli elementi proposti come freemium da scaricare gratis su Creative Market. La differenza, rispetto a Getty Images che offre giusto un embed gratuito delle fotografie a pagamento, è nella libera fruizione dei contenuti: i limiti sono nella licenza che può prevedere un utilizzo personale, commerciale o entrambi. Le tipologie di design in catalogo sono tantissime e ho apprezzato molto l’immediato inserimento dei temi per Ghost che, comunque, per il momento non ha ancora raggiunto la grande popolarità di WordPress.

photo credit: VFS Digital Design via photopin cc