Quanti pezzi di Lego servono per fare una macchina? Una macchina vera, intendo. Oltre 500 mila. L’ha scoperto un ventenne rumeno di nome Raul Oaida che l’auto l’ha creata per davvero con l’aiuto di un imprenditore australiano conosciuto su Internet, Steve Sammartino. I due hanno finanziato il progetto con un singolo tweet, coinvolgendo una ventina di persone e raccogliendo 20 mila dei 60 mila dollari necessari alla creazione dell’auto, come riportato da Mashable. Il progetto è stato battezzato Super Awesome Micro Project e chiaramente ha il proprio sito che trovate nel link.

La macchina funziona, anche se è un po’ lenta: 30 km all’ora è la velocità di punta. Loro però dicono di non averla spinta oltre per paura di farla saltare per aria. Chissà che non si possano migliorare le prestazioni. L’auto è alimentata ad aria compressa ed è stata realizzata con normali pezzi di Lego. Il motore è composto da quattro motori orbitali e 256 pistoni.

Per la realizzazione del progetto sono stati necessari 18 mesi, di cui 12 a costruire l’auto. La cosa davvero interessante non è tanto il fatto che l’auto sia stata realizzata con il Lego – che è molto cool – ma che si riesca a far muovere questo mezzo di trasporto con la sola potenza dell’aria compressa.

Chiaramente quello che abbiamo visto nel video qui sopra è un prototipo funzionante di una tecnologia che, se fosse possibile implementare in una struttura più consistente e sicura, potrebbe rappresentare davvero il futuro dei trasporti. Per ora è poco più di un gioco. O forse è meglio dire molto più di un gioco. Progetti di auto ad aria compressa ce ne sono già di diversi (Peugeot ha presentato un ibrido qualche tempo fa) e forse davvero questo è il futuro.

Quanto al Lego, abbiamo già visto tempo fa come un altro ragazzo sia riuscito a sviluppare un algoritmo per creare oggetti in Lego e con l’avvento di LEGO Mindstorms EV3, compatibile con gli smartphone, chissà che cosa vedremo nei prossimi non dico anni, ma mesi.

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+