Se hai un dispositivo mobile di nuova generazione, sia esso uno smartphone oppure un tablet, sicuramente non userai il dispositivo soltanto per telefonare. Mediamente si sfruttano questi strumenti per collegarsi alla Rete e poi? Ecco una ricerca effettuata da Pew’ Research Center’s Project for Excellence in Journalism.

Un recente studio sull’uso dello smartphone mostra come nella maggior parte dei casi si usino questi strumenti per documentarsi. Il che vuol dire che sul lungo periodo i possessori di smartphone e tablet sono più informati degli altri.

A Washington è stata pubblicata una ricerca sui media e sulle nuove modalità di fruizione dell’informazione che ha praticamente dimostrato come, dopo l’invio dell’e-mail, l’attività più frequente sia la lettura di articoli d’informazione e approfondimento.

In generale, il 31 per cento delle persone che hanno acquistato uno smartphone o un tablet, dichiarano che spendono molto più tempo di prima nella lettura di una notizia e soprattutto dichiarano di aver ampliato il numero di fonti informative di riferimento.

Chi ha comprato un tablet, invece, trascorre più tempo nella lettura dei settimanali d’informazione, si parla del 64% degli intervistati. Nel 37 per cento dei casi, invece, il tablet è usato ogni giorno a scopo informativo. Anche per quel che riguarda gli smartphone ci sono gli stessi numeri.

Interessante notare come il tempo trascorso ad informarsi sia aumentato rispetto al passato e sia prossimo all’ora.