ZenWatch 2 è il nome del secondo smartwatch della serie Zen di Asus, che l’azienda ha presentato – non rendendo pubbliche tutte le caratteristiche né le informazioni a proposito – per la prima volta in occasione del Computex 2015 tenutosi ad inizio giugno a Taipei. Lo smartwatch, così come il suo predecessore ZenWatch, sarà dotato di sistema operativo Android Wear, e nonostante non si abbiano informazioni dettagliate sulla sua disponibilità sul mercato, ha di recente conseguito la certificazione FCC, e ciò ha reso possibile venire a conoscenza di qualche informazione in più sul dispositivo.

Come riporta proprio il sito della FCC (Federal Communications Commission), è stato confermato che le versioni di ZenWatch 2 saranno due, una con cassa da 41 x 49 mm e cinturino da 22 mm, ovvero le stesse dimensioni del primo ZenWatch, ed una più piccola con telaio da 45 x 37 mm e cinturino da 18 mm. Affiancati a questi due modelli ci saranno qualcosa come 18 cinturini in combinazioni differenti per tipo di allaccio, colorazione e materiale di fabbricazione. Altra importante informazione fornita dalla certificazione dell’ente statunitense è quella relativa al processore dello smartwatch, che sarà quasi sicuramente il Qualcomm Snapdragon 400 almeno in una delle due varianti previste, entrambe dotate di certificazione IP67, equivalente a resistenza per polvere e immersione temporanea.

Lo schermo sarà, poi, un AUO H163QLN01.2 AMOLED da 1,63 pollici e 320 x 320 pixel di risoluzione protetto da Gorilla Glass 3, e la batteria una 1.5Wh 3.85Vdc, appena più capiente di quella della prima versione di ZenWatch. A proposito della batteria ricordiamo però che Asus in occasione della presentazione dei nuovi prodotti Zen a Computex 2015, parlò di un’autonomia di giorni per ZenWatch 2, cosa che basandosi sulle specifiche tecniche sin’ora conosciute sembrerebbe difficile da attuare, a meno che non siano previste enormi ottimizzazioni sul piano del software di cui sarà dotato lo smartwatch. Non ci resta che attendere nuovi dettagli (che probabilmente arriveranno a IFA quindi a settembre) per poterne sapere di più.