La scorsa settimana nella community degli Indigeni Digitali hanno avuto particolare risalto due discussioni su temi che possono riscutere particolare interesse anche tra i non “addetti ai lavori” del digitale. Francesco Magagnino ha evidenziato le sue perplessità sul servizio di assistenza della Apple, che sostituisce gli iphone difettosi con modelli rigenerati invece di riparare direttamente quelli dei rispettivi proprietari. Marco Visibelli chiede invece alla community come realizzare un video promozionale per il lancio di un prodotto, evidenziando alcune delle criticità più comuni che si presentano per la realizzazione di questo tipo di contenuti.

Per quanto riguarda il primo topic, Giuseppe Gigante, Alessio Roberto e Gian Piero Carpentieri evidenziano come il servizio di assistenza di Apple garantisca un elevato standard di qualità anche nei casi di sostituzione dei prodotti, dove solitamente viene restituito un hardware nuovo, certificato e testato. Si tratta di una prassi che si applica non solo agli smartphone, ma anche ai portatili e agli iPad. Max Lord e Paolo Codina evidenziano come per legge il cliente abbia il diritto alla riparazione o alla sostituzione con uno nuovo, nel caso di difetti di fabbrica, e propongono di farsi sempre sostituire il proprio smarphone difettoso con uno nuovo di zecca, come avviene solitamente in Nord America.

Nel secondo topic che racconto in questo articolo la discussione lanciata Marco Visibelli evidenzia alcuni fattori da prendere in considerazione quando si vuole realizzare un video online promozionale. Alberto Colpo afferma che la durata del video non dovrebbe superare i 30/60 secondi, e il contenuto dovrebbe sempre esplicare in modo chiaro i plus del prodotto. Morena Menegatti evidenzia la necessità di individuare con precisione il target di riferimento per il video, e procedere a un brainstorming per definire gli obiettivi da raggiungere con il video. Spesso la realizzazione di un video, prosegue Morena, ha sempre due audience di riferimento: quella interna (i manager che devono approvarlo) e quella esterna (il target group al quale è rivolto).

Topic della settimana:

La trasparenza è un metodo (Fabio Lalli)

La differenza tra NETworking e NOTworking (Marco Vismara)

Le fonti online utili per chi si avvicina al mondo delle startup (Luca Ballista)

Come embeddare i video negli e-book in formato epub (Max Lord)

Post precedenti:

Modello americano e sistema italiano. Di che parlano gli Indigeni #12

Lavoro nero, professionisti e consulenze serie. Di che parlano gli Indigeni #11

Srl semplificata: costi e problematiche connesse alle SSRL. Di che parlano gli Indigeni #10

Finanziamenti Startup: Berlino batte Italia 1 settimana a 5 mesi. Di che parlano gli Indigeni #9

Seguite Indigeni Digitali e Prunesti su Twitter.