Aruba ha annunciato la nascita del nuovo Hyper Cloud Data Center a Roma. Trattasi di un nuovo data center campus che sorgerà all’interno dell’area del Tecnopolo Tiburtino, un polo tecnologico voluto dalla Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con la Regione Lazio ed il Comune di Roma che ospita le realtà imprenditoriali innovative che oggi sono già più di 130. Questo nuovo data center richiederà un importante investimento di 300 milioni di euro in 5 anni e dovrebbe essere completato entro la primavera del 2020.

Per Aruba, trattasi del quarto data center italiano. Oggi, infatti, l’azienda che opera nel settore del cloud, web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini possiede già tre data center: due ad Arezzo (IT1 e IT2) ed uno a Ponte San Pietro (BG). Il data center di Ponte San Pietro (IT3) è stato inaugurato giusto pochi mesi fa e sta riscuotendo un grande successo grazie alla richiesta di spazi al suo interno sia da parte di importanti realtà italiane che internazionali.

I data center di Aruba fanno parte di un network europeo di più ampie dimensioni che include Germania, Francia, Inghilterra, Repubblica Ceca e Polonia. Questo nuovo data center che sorgerà nella città di Roma, sarà realizzato su di un’area di 74 mila metri quadrati e sarà un gioiello dal punto di vista realizzativo. Una volta completato, sarà certificato secondo lo standard ANSI/TIA 942-A e sarà collegato a tutte le principali dorsali Internet. Non mancheranno anche interconnessioni multiple con gli altri data center dell’azienda.

Il nuovo data center di Aruba strizza l’occhio anche al’ambiente visto che l’energia necessaria al suo funzionamento, 66 MW, sarà prodotta al 100% da fonti rinnovabili. La struttura utilizzerà anche pannelli fotovoltaici e sistemi di raffreddamento ad efficienza ottimizzata.

Il nuovo data center romano darà anche un forte incentivo all’occupazione visto che sono previste circa 200 assunzioni.

Grazie a questo nuovo progetto, Aruba intende diventare il principale punto di riferimento nell’ambito dei servizi e soluzioni di data center, fisiche e in cloud, per le imprese, la PA centrale, gli Enti locali e il settore del banking e finance.