L’editoria digitale è già passato. Ora arriva l’editoria virtuale. Il settimanale statunitense “New Yorker”, infatti, ha lanciato un’app per leggere la rivista attraverso la realtà virtuale.

Come funziona? L’utente indossa dei visori simili ai VR utilizzati per i videogiochi e d è in grado di sfogliare le pagine semplicemente con gli occhi. Nel video sottostante potete vedere il funzionamento della tecnologia.

“Perchè leggere la rivista solo con le mani quando potete leggerla con tutta la testa?”, spiega Bradley Tucket, sviluppatore di tecnologia virtuale. “Al New Yorker abbiamo sempre abbracciato le novità tecnologiche, i risultati di questo esperimento sono spettacolari”, dichiara Bryce Gimmer, responsabile delle innovazioni tecnologiche del magazine.

L’app di New Yorker è compatibile con il visore per la realtà virtuale Samsung Gear VR, disponibile sul mercato a novembre a circa 90 euro. Non è ancora dato sapere se la tecnologia funzionerà anche con visori prodotti da altre aziende. Attualmente il mercato dei visori è particolarmente attivo, con oltre alla proposta di Samsung anche i famosi Google Glass (attualmente in stand-by), Oculus Rift di Facebook, PlayStation VR di Sony e HoloLens di Microsoft. Secondo gli analisti, il mercato della realtà virtuale avrà l’esplosione definitiva entro il 2020 raggiungendo un giro d’affari pari a 150 miliardi di dollari.