In occasione del Computer 2016, ARM ha svelato i nuovi processori per smartphone e tablet di fascia alta, che saranno disponibili dal 2017 e offriranno migliori performance per la fruizione della realtà virtuale e aumentata.

ARM ha presentato il processore grafico MALI-G70 e la CPU Cortex-A73, tutti e due realizzati con processo produttivo a 10 nanometri FinFET.

La CPU Cortex-A73 offre performance migliori del 30% rispetto al predecessore Cortex-A72 grazie al processo produttivo a 10nm, che permette tra l’altro una minor profusione di calore. Il nuovo processore dispone inoltre di una velocità di clock massimo pari a 2.8 GHz.

Per quanto riguarda, invece, il processore grafico Mali-G71, si tratta di una tecnologia basata sull’architettura Bifrost, che oltre a migliorare sensibilmente le prestazioni sia in ambito 2D che 3D offre prestazioni superiori per quel che riguarda realtà virtuale, aumentata ma non solo: grazie al supporto alle nuove API Vulkan, questa GPU riuscirà a gestire contenuti video 4K fino a 120fps. Il processore Mali-G71 è porterà inoltre un incremento del 50% nelle prestazioni grafiche e una crescita del 20% dell’efficienza energetica, con il doppio degli shader (32) rispetto al predecessore Mali-T880.

Non solo per smartphone di fascia alta: i due nuovi processori verranno installati anche in altri device, ad esempio, le smartTV. ARM ha fatto sapere che sono già dieci i partner che hanno ottenuto la licenza per il processore Cortex-A73, tra cui MediaTek, Marvell e HiSilicon. Anche Samsung ha fatto sapere di essere interessata alla GPU Mali G-71 per lo sviluppo di tecnologie per realtà virtuale e aumentata nel settore mobile.